Valute forex, come funzionano

Come sappiamo nel forex trading l’unità di misura su cui ragionare è la coppia di valute. Nel mondo ci sono centinaia di Nazioni e molte di esse hanno delle valute differenti con regole e banche centrali che ne regolano gli andamenti, oltre naturalmente al mercato.

Ogni giorno queste coppie vengono scambiate consentendo ai traders che operano di fare profitti sugli scambi, sopratutto per chi fa speculazione o scalping. Ti spiegherò questi concetti successivamente. In questo articolo voglio presentare le principali che devi conoscere o che andrai in futuro ad utilizzare.

Quelle che preferisco e che ritengo :

  • EUR : è la nostra valuta Euro
  • USD : dollaro statunitense
  • GBP : sterlina britannica o pound
  • JPY : yen giapponese
  • AUD : dollaro australiano
  • CHF : franco svizzero
  • CAD : dollaro canadese
  • NZD : dollaro neozelandese

Sono anche troppi per quanto mi riguarda, meglio concentrarsi su poche valute da seguire regolarmente su cui tradare regolarmente.

Vediamo quelle che mi interessano maggiormente nel dettaglio.

valute-forex

Euro

La nostra moneta è molto forte rispetto al dollaro che è preso come riferimento nel mondo anche per le materie prime eppure molti Stati come l’Italia sono in crisi anche a causa dei debiti pubblici molto elevati. In ogni caso conviene tenere sott’occhio l’Euro anche perchè comprende economicamente molte potenze europee e dunque interessante per chi si occupa di analisi fondamentale nelle proprie strategie.

Da fare attenzione anche agli interventi della Banca Centrale Europea e agli annunci dei leaders economici dei vari paesi.

Dollaro

Negli scambi ogni riferimento è in dollari comprese le quotazioni ed i prezzi dei beni come oro e petrolio. Le transazioni nel forex avvengono quasi sempre in dollari che è anche l’unità di misure di molti asset finanziari. Nel commercio mondiale molti paesi si trovano a dover commerciare su materie prime o a importare merci utilizzando il dollaro nelle esportazioni.

Yen giapponese

Lo yen del Giappone resta una valuta comunque interessante. Considera pure che il mercato asiatico è uno dei primi ad aprire e quindi influenza anche le altre borse. Nonostante la crisi che imperversa anche nello stato nipponico ci sono da considerare anche gli interventi delle banche che continuano a influenzare i mercati mondiali rendendo interessanti le quotazioni e gli scambi col dollaro.

Io mi concentro maggiormente su queste tre, ma puoi utilizzarle anche tutte.